16 - 22 febbraio 2020

Anche la legge più giusta può corrompersi e fare del male. Gesù riporta i comandamenti di Dio al loro vero significato, e la giustizia dell’uomo al suo vero fondamento, che non è l’osservanza cieca della lettera, ma la conversione continua alla volontà di Dio.

Pieno compimento della legge è il cuore di chi ama

L’autore del libro del Siracide (I Lettura) sottolinea che la legge di Dio interpella la libertà umana. Poiché il Signore ci ha elargito la capacità di scegliere, siamo responsabili delle nostre azioni. L’adesione alla verità ci rende liberi di scegliere il bene. Il salmista (Salmo 118) ci offre una meditazione sapienziale sulla legge divina, rivelandoci che nella volontà di Dio è la nostra pace. Gesù (Vangelo), venuto a portare a compimento la legge e le profezie dell’Antico Testamento, è il nuovo Mosè che inaugura la nuova giustizia del regno dei cieli incentrata sull’amore, che non si adira, promuove la riconciliazione e la pace, non manca di rispetto, è fedele, è veritiero. Chi fa la volontà di Dio Amore rimane in eterno e sarà considerato grande nel regno dei cieli. L’apostolo Paolo (II Lettura) ci parla della sapienza di Dio che non è di questo mondo. Lo Spirito Santo ci dona la sapienza della Croce, il pensiero di Cristo, Signore della gloria. Nutriti dal Crocifisso Risorto che ci rinnova e ci purifica al convito eucaristico, viviamo coerentemente con le esigenze del suo Vangelo, ricercando prima di tutto il suo Regno e la sua giustizia per avere la vita vera.

CALENDARIO

17 LUNEDI -  Ss. Sette Fondatori O.S.M. (memoria, bianco)
18 MARTEDI -  Feria
19 MERCOLEDI -  Feria
20 GIOVEDI - Feria
21 VENERDI -  Feria
22 SABATO -  Cattedra di S. Pietro apostolo (festa, bianco)