Settimana 26 maggio - 1 giugno 2019

 

Nel suo discorso di addio il Signore Gesù non abbandona i suoi discepoli; promette di essere presente con il dono dello Spirito Santo, nell’esperienza dell’amore e nel dono della pace. Così i discepoli vinceranno ogni paura.

GESÙ PROMETTE AI SUOI IL DONO DELLO SPIRITO

Commento - Disegno: Stefano Pachì


NELL’IMMINENZA del suo passaggio al Padre, Gesù fa ai discepoli delle promesse, che si realizzeranno nella sua Pasqua. Una è la promessa fondamentale che oggi il Vangelo ci ricorda: il Risorto e il Padre verranno e prenderanno dimora in ogni credente disponibile a custodire la Parola di Dio e a rimanere nel suo amore. Queste parole risuonano al capitolo 14 di Giovanni, che si apre con un’altra promessa di Gesù: quella di prepararci una dimora presso il Padre, dove Gesù stesso abita. Ora lo sguardo si capovolge: siamo noi a divenire dimora per il Padre e per il Figlio, i quali, nello Spirito, desiderano abitare in noi. Gesù, fa di noi una dimora del mistero trinitario. Siamo tempio di Dio, tempio del suo Spirito! Come la gloria di Dio e la sua lampada, che è l’Agnello, illuminano la città di Dio (II lettura), allo stesso modo desiderano illuminare la nostra vita. Non abbiamo più bisogno della circoncisione della carne (I Lettura), ma di circoncidere il nostro cuore.

 

VI SETTIMANA DI PASQUA

27 L Il Signore ama il suo popolo. Possiamo rendere testimonianza al Signore, di fronte alle difficoltà che incontriamo, soltanto con la luce e la forza che ci concede il suo Santo Spirito. At 16,11-15; Sal 149,1-6.9; Gv 15,26 - 16,4a.

28 M La tua destra mi salva, Signore. Il Signore guida la Chiesa, nella sua missione di evangelizzazione e di lotta contro il male e il maligno, per mezzo dello Spirito Santo. At 16,22-34; Sal 137,1-3.7-8; Gv 16,5-11.

29 M I cieli e la terra sono pieni della tua gloria. Lo Spirito Santo guida la Chiesa, affinché essa proclami la verità del Vangelo, la viva con coerenza e la difenda dalle eresie. At 17,15.22 -18,1; Sal 148,1-2.11-14; Gv 16,12-15.

30 G Il Signore la rivelato ai popoli la sua giustizia. La fede nella Parola del Signore e la fiducia nel suo amore, sostenute dalla preghiera, ci consentiranno di superare le prove e di ottenere l’eterna gioia. At 18,1-8; Sal 97,1-4; Gv 16,16-20.

31 V Visitazione della B. V. Maria. Festa (bianco). Grande in mezzo a te è il Santo d’Israele. Maria ha capito che quando si dice un «sì» a Dio, si dice un «sì» all’amore e fa visita alla cugina. Sof 3,14-18 opp. Rm 12,9-16b; Cant. Is 12,2-6; Lc 1,39-56. INIZIA LA NOVENA DI PENTECOSTE

01 S San Giustino, martire. Memoria (rosso). Dio è re di tutta la terra. Per ottenere il bene che desideriamo, bisogna pregare, confidando nell’amore del Padre e nel nome di Gesù, unico nostro Salvatore. At 18,23-28; Sal 46,2-3.8-10; Gv 16,23b-28.